Prestazioni Assistenziali

Le prestazioni economiche di natura assistenziale non sono legate a requisiti contributivi e assicurativi ma sono rivolte agli  ultra sessantacinquenni che si trovano in situazioni di disagio economico e a coloro che, anche prima  di tale età, siano stati riconosciuti invalidi civili, ciechi civili e sordi da parte delle  preposte commissioni mediche.

Il nostro Studio Legale assiste e tutela tali soggetti nei confronti dell’Inps e delle Asl seguendo sia in via amministrativa e soprattutto giurisdizionale il complesso iter che va dalla presentazione della domanda all’erogazione della prestazione.

 

INVALIDITA' CIVILE

  • Indennità di accompagnamento.
  • Pensione di inabilità.
  • Assegno mensile di assistenza per gli invalidi parziali.
  • Esenzione dal pagamento del ticket sulle prestazioni sanitarie.
  • Iscrizione al Collocamento Obbligatorio nelle liste dei disabili.
  • Accertamento grado di invalidità utile al conseguimento del bonus contributivo.
  • Protesi e Ausili

 

TUTELA DELL'HANDICAP

  • Riconoscimento dello status di persona handicappata, anche con connotato di gravità,
    ai sensi dell'art. 3, commi 1 e 3, della Legge n. 104/1992.
  • Contrassegno Speciale per la circolazione e la sosta dei veicoli privati e individuali (art. 28  L. 104/92)

 

Prestazioni Previdenziali

La previdenza sociale è un ramo della legislazione sociale che ha come fine la tutela del lavoratore (e dei familiari a suo carico) dai rischi conseguenti alla menomazione o alla perdita della sua capacità lavorativa a causa di eventi predeterminati (naturali o connessi al lavoro prestato). Sorta storicamente in relazione alle condizioni di bisogno dei lavoratori subordinati, la tutela previdenziale è stata poi gradualmente estesa a tutti i produttori di reddito da lavoro.

La prestazione previdenziale si configura come prestazione economica individualizzata, che realizza un trasferimento di ricchezza sostitutivo del reddito da lavoro temporaneamente o definitivamente perduto. La prestazione in servizi risulta essere ormai confinata ad ipotesi marginali, funzionali a determinare un recupero della capacità lavorativa. Ciò non vuol dire che il valore delle prestazioni rese in servizi non sia apprezzamento dall’ordinamento. Al contrario esse sono state implementate, divenendo sempre più il nocciolo duro dei diritti sociali. È in questa prospettiva che appare sempre più marcata la distinzione tra prestazioni previdenziali in senso tecnico, prestazioni di assistenza sociale e prestazione per i diritti sociali.

 

PRESTAZIONE PREVIDENZIALE

  • Annullamento richieste di restituzione di indebito.
  • Pensione ordinaria di inabilità.
  • Assegno ordinario di invalidità.
  • Pensione anticipata.
  • Pensione di anzianità.
  • Pensione di vecchiaia.
  • Pensione di vecchiaia anticipata per invalidità.
  • Pensione di vecchiaia in deroga.
  • Pensione ai superstiti.
  • Pensione supplementare.
  • Supplemento di pensione.
  • Assegni per nucleo familiare.
  • Indennità di disoccupazione.
  • Ricostituzione reddituale o contributiva.

 

Contributi

Il sistema di previdenza sociale è basato sul versamento di contributi obbligatori all’ente previdenziale di competenza  (solitamente l’INPS) al fine del conseguimento di una prestazione pensionistica (ad es. pensione di anzianità, di vecchiaia, ecc.) o assistenziale (ad es. malattia, maternità, disoccupazione).
L'obbligo contributivo grava sul datore di lavoro a seguito dell'instaurazione di un rapporto di lavoro, ma una quota del versamento è posta a carico del lavoratore.
I liberi professionisti, i commercianti e gli artigiani sono ugualmente tenuti alla copertura contributiva dell'attività di lavoro autonomo svolta.

 

CONTRIBUTI

  • Controversie in materia di iscrizione, variazione o cancellazione dagli elenchi dei lavoratori autonomi, dei lavoratori agricoli autonomi o dipendenti, ecc.
  • Controversie in materia di debiti contributivi: opposizione a cartella esattoriale, a intimazione di pagamento, a iscrizione di fermo amministrativo o di ipoteca immobiliare.
  • Controversie in materia di riscatto contributivo, ricongiunzione, versamento di contributi volontari.

 

Infortunistica (INAIL)

Cosa fa l'INAIL
Gestisce l'assicurazione degli infortuni e delle malattie da lavoro, obbligatoria per legge. In caso di infortunio sul lavoro l'INAIL interviene dando al lavoratore un ostegno economico e altreprestazioni. L'INAIL inoltre interviene, insieme ad altri Enti, per la prevenzione dei rischi lavorativi e per la cura, la riabilitazione e il reinserimento sociale delle persone che hanno riportato danni fisici e o psichici per causa di lavoro.

 

INFORTUNISTICA

  • Infortuni sul lavoro.
  • Malattie professionali.

 

Ultime notizie

PAUSA NATALIZIA 2017

06 Dicembre 2017

Il ricevimento del mercoledì pomeriggio presso lo Studio resterà sospeso per le festività natalizie dal 20 dicembre 2017 incluso e riprenderà il giorno 10 gennaio 2018, sempre dalle ore 16,00 alle ore 18,00, senza appuntamento. Per eventuali urgenze, è possibile inviare una richiesta di contatto all'indirizzo email della segreteria  (http://www.studiolegalezuroloemonti.it/contattaci). Buone feste a tutti!